16 dicembre 2014

Giornale di Brescia
MBE, in due anni 10 addetti in più
Piccole aziende crescono. Era nata 20 anni fa per spedire pacchi, poi ha deciso di fare anche molte altre cose. Adesso ha lanciato il portale Buy-me.it. Vicinellialle aziende: raccontatevi.

E' la conferma che qualcuno ha qualche diottria in più, un plus, quando si tratta di vedere lontano in materia di affari. Giusto vent'anni fa in via Cremona in città apparì un'insegna: MBE Mail Boxes Etc. Un'idea che veniva dall'America: fare un posto dove si potevano spedire rapidamente pacchi, una sorta di ufficio postale privato specializzato nel far girare pacchi.bah - mi dissi: dura minga.

Se andate in via Fura, sempre in città, avrete conferma di quanto - al tempo - qualcuno vide lontano mentre il sottoscritto evidentemente già soffriva di miopia. Quel che era un negozietto, poco di più, oggi si è strutturato come un'azienda che continua a fare la cosa per cui era nata (movimentare pacchi, cioè merci: che è come dire essere il sitema nervoso della nuova economia globalizzata) ma anche molto altro: imbustare, impachettare, etichettare, spedire, fare materiale pubblicitario.
E poi c'è altro. Della cosa già s'è scritto qualche tempo fa, ma sono curiose alcune valutazoni che Luca Vicinelli (fondatore dell'azienda, ex giocatore di basket, emiliano di nascita; nella foto con la figlia Giulia) si sente di dare ai colleghi un consiglio da collega a collega. La novità è Buy-me.it. E' un portale di e-commerce. Era stato pensato qui ed è diventato il portale a livello Mondo del gruppo MBE. Parentesi: MBE è nato in America, come detto, ma poi è stato rilevato da imprenditori italiani, mantenendo, però, questa proiezione mondiale. Per adre dei numeri: solo in iTalia MBE ha 500 negozi (e oltre 100 fanno capo a Vicinelli con la formula franchising) e altri 700 negozi stanno in europa, almeno per la gran parte: "Siamo la McDonald's dei servizi", dice Vicinelli.
Ebbene: il portale Buy-me.it è una vetrina mondiale; le aziende si fanno vedere, cercano di vendere e MBE può sfruttare la rete capillare di raccolta e consegna pacchi. Questo è vedere lontano. Nel suo piccolo MBE Brescia cresce. Negli ultimi due anni ha assunto una decina di addetti; oggi stiamo a quota trenta. non siamo in presenza di un colosso, ma in tempi neri nei quali ci sono migliaia di licenziamenti, assumere 10 persone merita almeno una segnalazione.

E l'e-commerce che traina "Buy-me.it - dice Vicinelli - ha ormai 400 aziende presenti. L'e-commerce è un'opportunità che le nostre aziende devono cogliere alla svelta. Noi pensiamo che i prossimi 5 anni il settore crescerà fra il 17% e il 20% l'anno. Bisogna affrettarsi e bisogna - dice sempre il Vicinelli - anche imparare ad andare su un sito e-commerce". Lui non lo dice, ma lo dico io: il problema è che le ziende bresciane sono un po' restie a raccontarsi. Ma questa è l'essenza del web: la gente in molti casi guarda certamente il prezzo, ma non è solo il prezzo che fa la differenza nella scelta fra un prodotto e l'altro: in molti, moltissimi casi è la storia dell'azienda che fa la differenza, come la si racconta, che peculiarità e curiosità ha. Queste cose - s'infervora da buon emiliano Vicinelli - vanno fatte sapere". E' una storia vecchia: fare e far sapere. Le notre aziende sono brave a fare, meno a far sapere. Servirebbe - e questo lo diciamo insieme - una sorta di vigorosa attività di alfebetizzazione in tema di e-commerce. Potrebbe essere un'idea per la recente nuova Camera di commercio che da oggi parte. (Gianni Bonfadini)